domenica 18 novembre 2012

Superheroes Trainig Camp - Affari

  E anche questa settimana siamo arrivati a domenica sera. Sembra incredibile ma non mi sono abituato ancora perfettamente alla tempistica universi-fumettistic-osa e confondo il sabato con la domenica. Quando arriva la vera domenica rimango spiazzato.
  Altra settimana fumettisticamente molto produttiva (avete notato che non ho ancora detto "universitariamente produttiva" in tutti questi post? Un caso? Oh nonono).
  Una delle due case editrici a cui mi sono proposto a Lucca mi ha ricontattato per fare delle prove per delle copertine di un loro progetto. Non sto subito lì a dire chi sono perché essendo tutto un forse mi sembra sciocco iniziare a dare informazioni su una cosa così incerta. Comunque sono felice di aver avuto un feedback, è sempre un piacere.
  L'altro progetto fumettistico davvero figo è alle "pre-fasi-pre-iniziali" quindi anche lì non sto a dire a che punto sono.
  Un bel prodotto concreto invece fa da cornicetta a questo post e sono quei gran pezzi di sfigati di supereroi che ho disegnato. La Drop That Crew è un gruppo di amici delle mie parti davvero ganzi che fanno talmente tanta roba da non consentirmi di descriverla in due parole. Questo bel gruppo di gente stava organizzando una bella festa con tema i supereroi. Conoscendo il mio talento nel disegno e la mia passione per gli ometti in calzamaglia mi hanno chiesto subito una collaborazione.
  Dopo un paio di peripezie sul come farle e quando farle (ero stato contattato poco prima della mia partenza per Lucca) sono riuscito a completare il quartetto di sfigatissimi supereroi per la festa "Superheroes Training Camp" che si terrà questo sabato.
  La Drop That è rimasta molto soddisfatta delle mie illustrazioni e infatti ora figurano su un sacco di volantini (come quello che che vi ho messo nel post, così se vi va venite anche a passarvi una bella serata XP ). Questo gruppo è molto legato alla MotherBoard Ink (un associazione di grafici sempre delle mie parti legata particolarmente al mondo della musica) e avendo visto che ci sapevo fare mi hanno proposto di fare un disegno per una delle loro commissioni. Caso vuole che nel loro staff mancasse un illustratore. Tecnica vuole che il mio disegno gli sia piaciuto tanto. Risultato? Faccio ufficialmente parte della MotherBoard Ink con il ruolo di addetto ai disegni. La cosa mi gasa parecchio. Commissioni, lavoretti, esercizio, stimoli, contatti. Sano cibo per il mio stomaco.
  Sempre più impegni quindi, sempre più affari, sempre più movimenti nella folle scalata. A volte penso che visto dall'esterno questo mio apparente free climbing sembri una sciocchezza ma, forse per la velocità del passaggio dall'essere un disegnatore di diari all'essere un disegnatore "semiprofessionista", io mi sento in un vortice. Ho quasi le vertigini. Un potere incontrollabile... Come si può frequentare l'università con così tanta energia dentro? Eh, ce la si può fare. Anzi! Sempre più impegno nello splittare la settimana in 3 giorni da poli, 3 giorni da artist e un giorno di coma conseguente. E nei piccoli intervalli tra una cosa e l'altra? Voi ovviamente e il mio impegno a postarvi sempre disegni migliori per farvi passare dei piacevoli minuti in mia compagnia ^^ State sintonizzati, nuovi disegni in arrivo!

Nessun commento:

Posta un commento