lunedì 9 dicembre 2013

Sketch Marvel / Vignetta Caffè - Meriti

Ho sempre pensato che, nella vita, ognuno abbia esattamente quello che si merita. Forse dopo un sacco di tempo, forse non come se lo aspetterebbe… ma alla fine ognuno riceve ciò che ha dato. Lo vogliamo chiamare Karma? Possiamo chiamarlo come ci pare!
Certo è una visione piuttosto ottimistica. Magari è una forma mentis che mi hanno educato a tenere fin da piccolo; magari la reputo giusta solo perché fino ad oggi mi è andato tutto fin troppo bene; magari, visto che  il mondo che percepiamo è solo ciò che filtriamo attraverso la nostra coscienza, è naturale che una persona positiva veda, anche nelle piccole cose, avvenimenti positivi! Sinceramente non saprei… ma che importa? La maggior parte delle persone a cui ho sentito dire di essere sfortunate e perseguitate dal mondo erano le stesse che non sapevano godersi nessun bel momento e che per trovare una buona parola su una persona a loro vicina ci mettevano un quarto d'ora… e di solito quella parola era "meh". No, sul serio, fateci caso! Non sto dicendo che se si donano i propri soldi alla mensa dei poveri poi li si riguadagnano alla lotteria. Per esperienza ho visto realizzarsi i sogni solo di persone che hanno dato il massimo per essi, che ci hanno speso sudore e tempo.
Sta settimana si è laureata mia sorella e parecchio alla grande… e beh… lei non si è mai fermata. Non ha mai battuto la fiacca, ha saputo organizzarsi e giorno dopo giorno si sta tutt'ora costruendo un solido futuro. Io gioco alla Play Station, poi scarabocchio, poi studio, poi scarabocchio un altro po' mentre gioco alla Play Station… e vederla in questa sua piccola (enorme) vittoria mi ha ricordato che non basta sfondarsi una sera e consegnare tutto in tempo per riuscire da qualche parte: è necessario darci dentro ogni giorno e non fermarsi mai. Perché se si lavora bene poi si viene ripagati dei propri sforzi. Ognuno ha sempre quello che si merita.

E se uno lavora si merita un caffè. NO! BASTA CAFFè! Questa bevanda calda e fragrante mi sta uccidendo. Appena lo sorseggio sono subito pervaso da un sentimento di amore universale che tutto permea. Adoro il caffè. Adoro che mi svegli, adoro il suo sapore, adoro il suo rito… adoro. Perfetto. Il mio cuore invece no. BUMBUMBUMBUMBUM! Mi innervosisco come una iena e per un quarto d'ora sono inutilizzabile. Non capisco perché ultimamente lo reggo così poco… forse è una sorta di overdose a lungo termine dovuta all'accumulo di caffeina nel mio sangue nel corso del tempo che ho passato al Politecnico! Mah! Comunque ho fatto una piccola vignetta esplicativa per illustrare questo fenomeno di amore e incompatibilità fisica con il dolce caffè.


E ora una brevissima galleria di sketch! Dovevo cercare di esercitarmi nella caratterizzazione dei personaggi (ho la brutta inclinazione a disegnarli tutti uguali) e ho deciso di provare ad ispirarmi ad attori esistenti. A dire il vero più che "ispirarmi"ho letteralmente tracopiato digitalmente alcune loro foto. Come primo esercizio può essere utile (giusto a trovare i tratti caratteristici dell'attore) ma poi va accompagnato da molti sketch fatti o copiando o a mente. Ecco quindi un NightCrawler e un Wade Wilson! Riconoscete gli attori a cui mi sono ispirato?



E anche per questa settimana il mio post l'ho scritto… ora (sempre per la questione dei meriti e dei non meriti) vado a farmi il mio meritato riposo! Grazie mille a tutti ragazzi che continuate a leggere le mie boiate! Stateme bbene!
WebRep
currentVote
noRating
noWeight

Nessun commento:

Posta un commento