domenica 2 febbraio 2014

Battle of Gods / Tavola Esso - Sperimentazioni


Adesso che ho finito gli esami (BUGGIA! MENZOGNE! NE HO ANCORA DA DARE MA RIMANDEREI VOLENTIERI ALL'INFINITO!!!) ho molto più tempo libero. Questo tempo libero, che potrei comodamente spendere a farmi una vita, lo sto impiegando in gran parte a disegnare.
A disegnare cosa? Beh… un po' quello che capita. Certo, sto andando avanti nell'ultimare alcuni lavori, ma principalmente faccio illustrazioni a raffica e sperimento nuove tecniche e stili.
Proprio per questo il post si chiama "Sperimentazioni"! Perché, seppur la seconda illustrazione che vi propongo (la stessa che vi ho fatto assaggiare in copertina del post) sia piuttosto classica, la tavola che vi presento subito qui sotto è un po' speciale.
Nella realizzazione di questa tavola, in cui rivediamo i protagonisti di Esso - L'Ultimo Fumettista Libero davanti a un Autogrill (e chi ha letto il volume riesce a immaginarsi il perché), ho utilizzato il mio mega-nuovo-iper-scanner-multifunzione -kaboom-senza-pietà!
Questo metodo di lavorazione consiste nell'elaborare le bozze della tavola in digitale, stamparle in azzurro e poi matitarle e inchiostrarle in maniera tradizionale. Guadagno? Facendo le bozze in digitale si possono regolare molto più precisamente i volumi dei personaggi all'interno delle vignette e i riquadri all'interno della tavola: modificarli o correggerli impiega infatti un minimo sforzo. Inoltre lavorare tradizionalmente mantiene la freschezza nei tratti che di solito una lavagnetta grafica non può preservare; magari una mega Cintiq potrebbe fare al caso nostro… ma la mia Intuos è piccolotta e lo schermo su cui lavoro è piuttosto ampio e tendo ad avere delle difficoltà nel mantenere le proporzioni giuste tra le forme.
Per quanto mi piacerebbe raccontarvi che questo metodo mi è stato svelato in sogno da Buddha mi dispiace deludervi e dispiacermi ma è molto più terrena questa epifania. A questa Lucca Comics ho avuto il piacere di conoscere David Messina. Il suo stile di disegno non è propriamente nelle mie corde… ma professionalmente e tecnicamente è più che un maestro. Dopo quattro giorni che ho potuto parlarci un poco e vedere come lavora mi sono sentito migliore, come se il suo solo influsso mi avesse insegnato qualcosa, tipo osmosi. Ohi rigà, nunn è che mò vi cercate na disegnatrice bbona e co' a scusa der'osmosi ve state a struscià: qui se parla de massimi sistemi, mò nunn sminuiamo.
… No vabbeh… dopo quattro giorni tra l'ascoltare lui e le Truckers rispondevo con accento romano… Mi son fatto paura.
[Ah, il post su quanto sono brave le Truckers lo facciamo un altro giorno che ci vuole un post intero… magari senza miei disegni che se no il confronto mi uccide... che tipo le ho viste lavorare a Lucca e iniziavo a domandarmi quanto potesse costare espatriare su Marte in modo da non dovergli rubare ossigeno prezioso]
COMUNQUE tutto sto spiegone era per dirvi che tornato da Lucca bramavo roba di David per vederlo un po' all'opera. Mi è venuta in soccorso la Piadi-COF COF ehm… oddio… che tosse, dicevo, la Panini Comics e ha prodotto un albo contenente il ciclo Eredità di Ultimate Wolverine. Al fondo di questo c'era un interessantissima intervista al disegnatore che svelava questo metodo di lavorazione.
E io gliel'ho rubato.
Sì ragazzi, tre paragrafi fitti per dire che ho sperimentato questa tecnica dopo averne letto da un intervista a un disegnatore. Vero però che è molto più noiosa la cosa detta così?

Bene! Quindi vi faccio vedere un po'!
Bozze Blu! Ho definito la "griglia" mantenendomi appositamente piuttosto libero (se se sperementa se sperementa pé davero!), i volumi occupati dai personaggi all'interno delle vignette e ho ricalcato una foto di un Autogrill (prima appositamente modificata su Photoshop per orientarne la prospettiva).



Matite! Ho stampato le bozze in un azzurro pallidissimo e ci ho calcato sopra le matite. Ho fatto anche il figo segnando con le "x" le parti da campire di nero… Ma quanto me la gaggio? Da panico proprio.

Chine! Ho scansionato le matite, le ho messe su computer e le ho colorate di blu. Ho stampato le matite blu (pallido pallido) su un foglio e ci ho inchiostrato sopra con la mia Brush Pen.

Elaborazione digitale! Che ci volete fare? Io rincoglionisco per i retini. Mi piacciono proprio. Tutti quei pallini così belli ordinati! E quindi qui ho aggiunto una mezza tinta e qualche aggiustatina qua e là.

Lettering! All'inizio avevo letterato io questa immagine… ma per puro divertimento! Infatti questa tavola non aveva altra utilità se non quella di sperimentare questo nuovo metodo di lavorazione! Come vedete infatti quest'ultima fase è un po' raffazzonata. Quando ho fatto vedere il mio elaborato al resto del team ManFont (visto che vorrei applicare questo metodo anche alla realizzazione di nuovi e segretissimi progetti) me l'hanno cassato e il compito di letterare questa tavola è passato a Marco Ventura. La versione ben definitiva (con baloon fatti come si deve e testi corretti) la trovate sulla pagina ManFont!

Ebbene. Che voi ci crediate o no, questo post l'ho scritto ieri. Oh già, sabato sera! E forse vi starete chiedendo "ma il sabato sera non si va a squinzie?". Bene, il sabato sera si va a squinzie solo se va tutto bene, altrimenti ci si ritrova a sforzarsi di pubblicare finalmente un post in orario dopo un escalation di ritardi. E forse ora vi domanderete "e che ce ne frega a noi se ti sei fatto finalmente furbo?". Niente! La cosa importante è che quando leggerete questo post io mi sarò visto al cinema Dragon Ball Z - La battaglia degli dei! E lo dico in italiano perché ovviamente è in italiano! Lo so che Battle of Gods fa più figo ma se volessimo fare proprio i precisi sarebbe "Kami to Kami" (visto che ho fatto i compiti a casa?).
Ci sono film che lasciano un buon range di fan soddisfatti e non: c'è a chi non è piaciuto, c'è a chi non è piaciuta qualcosina, c'è a chi è piaciuto tanto… Questo film NO. Le acque si dividono. Da un lato c'è l'odio e dall'altro c'è l'amore. E basta. In mezzo ci passa un muro con filo spinato e cavi elettrificati. Sono molto curioso di andarlo a vedere. Prima di tutto perché Dragon Ball è stato comunque il cartone della mia infanzia. Le elementari le ho praticamente passate a discutere sull'ultimo livello di super Sayan e a imitare quelle legnate cosmiche! Aah, bei ricordi. Inoltre sono curioso di vedere da quale lato della barricata mi schiererò. In generale sono fiducioso perché mi sembra molto comico e leggero come film e quindi più simile a come Toriyama immaginava e produceva Dr. Slump & Arale e la prima (meravigliosa) serie di Dragon Ball! Quindi staremo a vedere.
Il fatto è che comunque l'uscita di questo film nelle sale cinematografiche italiane è un vero evento e come tale va trattato. Quindi, come per Harlock ho fatto un piccolo sketch all'inizio dell'anno, così anche Goku si merita un' illustrazione tutta per se!

Bozza! Io so pochissimo del film, ma una delle prime clip ufficiali rilasciate da Lucky Red ci mostra un Goku Super Sayan 3 perdere miseramente contro la divinità gattone-viola Bills. Ho quindi pensato di studiare un'illustrazione allegorica (come la locandina di un film o la copertina di un fumetto) con un mega Bills intento a schiacciare senza pietà il nostro mitico protagonista al meglio delle sue forze.

Matite! Ho definito meglio i tratti dei due personaggi per rendere più facile l'inchiostrazione. Ho deciso di prendere come riferimento per il personaggio di Bills un gatto Sphinx: dai disegni, infatti, l'antagonista sembra privo di pelo e piuttosto secco di corporatura.

Inchiostrazioni! Ecco il nostro rugosissimo cattivone che tiene in pugno il Super Sayan dalla lunga chioma bionda!

Tinte piatte! Anzi, tinte piattissime! I due avversari hanno di base colori complementari che scazzottano tra loro già di per se. Ho deciso di definirli in maniera così netta in modo che le pennellate più sfumate che ci avrei applicato sopra sarebbero rimaste comunque coerenti a un tono generale.

Colori! Mi sono molto divertito a immaginare come l'aura di Goku potesse illuminare il corpo viola di Bills. L'effetto mi soddisfa tanto e devo ringraziare nuovamente il mitico Marco Montironi per avermi insegnato la tecnica Jedi che mi ha consentito di realizzare questo effetto!

Sfondo! La battaglia di Goku e amici non è mai per salvare il vicinato! In gioco c'è sempre il destino della Terra! Lo sfondo quindi è formato dalla composizione di una foto del nostro pianeta preferito, semplificata e con albedo aggiunta, e una degli spazi siderali, a fare da sfondo. I colori sono stati trattati per creare maggiore contrasto tra pianeta e stelle.

Composing! Semplicemente ho unito lo sfondo ai personaggi rifiniti.

Lavoro concluso! Ho aggiunto un po' di effetti speciali! Ho aggiunto ombre e luci per dividere maggiormente i piani e far percepire meglio la profondità. Inoltre ho reso l'aura di Goku potentissima mixando vari livelli di luci e gradienti!

Sono parecchio soddisfatto del risultato finale e se vorrete, poi, qua sotto, potremmo chiacchierare delle mie e delle vostre impressioni sul film!

Il Super Post di questa sera è giunto al termine e vi invito a rifarvi vivi qui la settimana prossima!
Stateme bbene!

Nessun commento:

Posta un commento