lunedì 17 febbraio 2014

Attack on Palermo / Pitbull / N'se semo capiti - Corso di Fumetto di Roddi!


Ormai l'avrete ben capito dal titolo! Anche quest'anno torna l'appuntamento con il Corso di Fumetto di Roddi! Io e il mio mitico collega Umberto Giordano abbiamo deciso di ripetere questa bella esperienza che ci ha dato tante soddisfazioni l'anno scorso.
Ora le cosucce sono un po' cambiate: solo una lezione a settimana, le lezioni di Fumetto e di Disegno potranno essere seguite singolarmente, ci saranno dei workshop con artisti affermati… Oh,  ce n'è di roba! Comunque ora che ho fondato la pagina facebook ufficiale del corso potrete trovare tutte le informazioni nella sezione info o comunque fare tutte le domande che volete direttamente lì a me o a Umby! Vi dico solo che quest'anno sarà meglio dello scorso: io e Umby abbiamo più esperienza e abbiamo corretto il tiro per fornire un servizio ancora più pheego e interessante!
Io terrò come l'anno scorso le lezioni di Fumetto… e la cosa mi gasa da matti. Come l'anno scorso seguirò principalmente la linea tracciata dai mitici libri di Scott McClaud "Capire il Fumetto" e "Fare il Fumetto" (e anche un po' di "Reinventare il Fumetto"… ma quello è più approfondimento) e ci costruirò sopra, tramite esperienze personali e altri testi, delle lezioni per "prestigiatori" del fumetto. Prestigiatori perché il fumetto è illusione, è far immergere il lettore in un mondo di fantasia, Alan Moore chiama questa tecnica direttamente STREGONERIA… Io che apprezzo il lato tecnico dell'arte preferisco chiamare gli escamotage dello storytelling "giochi di prestigio". Riflettere, affinare la tecnica, aver tutto calcolato al centesimo e mostrarlo agli altri come la cosa più naturale del mondo. Una magia, appunto. Già l'anno scorso ho cercato di rendere il corso non solo utile a chi vuole scrivere e disegnare fumetti, ma anche a chi li legge e vuole saperli leggere rendendosi conto del lavoro che c'è dietro. Già perché quando si chiude un fumetto e si esclama "Cavolo, ma è bellissimo!" non è mai un caso. C'è sempre uno studio e una capacità dietro che si affina con studio e pratica. E come un corso di chimica non ti fa più vedere una bevanda gasata allo stesso modo o un corso di fisica non ti permette di non farti delle domande quando frena il tram e cadi sull'omone sudato davanti a te… spero che finito il corso di Fumetto i ragazzi dicessero "Cavolo, non leggo più i fumetti come sei settimane fa!".
Visto che ho piacere di dirottarvi verso la pagina facebook (MIPIACCIATEMIPIACCIATEMIPIACCIATE!) non vi sto troppo a parlare dell'iniziativa qui sul blog. Come ho scritto, se volete chiedere qualcosa o fare due chiacchiere a riguardo scrivete tutto sulla pagina! Una domanda non costa nulla e magari se siete interessati al corso o magari avete degli amici che schiumano per il fumetto potreste partecipare a una bella esperienza!

Dai! Passo subito alle illustrazioni di questa settimana!
Il mio amicone e collega Camillo Bosco mi ha commissionato a inizio settimana un'illustrazione per Kill Surf City, il sito per cui lavora. Questa illustrazione doveva fungere da copertina a un articolo… e la vicenda è alquanto complicata e ho paura di dire degli strafalcioni ciclopici. Sappiate solo che si tratta del crollo di un palazzo fatiscente a Palermo, dell'erezione piuttosto improvvisata di un muro per contenere la zona e l'abbattimento del suddetto muro (no, vi assicuro che è alquanto complicata da seguire la dinamica). Vi linko l'articolo KSC per avere informazioni un po' serie e non un guazzabuglio di informazioni confuse come solo io saprei fornirvi.
L'idea di Camillo è stata "Come non poter descrivere in maniera simpatica l'abbattimento di un muro senza citare il fenomeno di massa che si sta rivelando L'Attacco dei Titani (o "Attack on Titan" o "Shingeki no Kyojin" o "進撃の巨人" … per la precisione!)?". (cinque segni non alfanumerici consecutivi! Wow! Ho vinto qualcosa?)
Mi è sembrata un'idea ben divertente!

è stato un lavoro piuttosto veloce: ho utilizzato una foto di Claudia Sajeva per poi disegnarci direttamente sopra il contorno del titano e le tinte piatte.


Poi ho aggiunto "effetti speciali" per comporre meglio il disegno e la foto! ATTACK ON PALERMO!


Ma già che avevo fatto 30, il Kamlo (soprannome di Camillo, è sempre la stessa persona) mi ha chiesto una seconda illustrazione. Un pitbull con negli occhi il riflesso il viso Emma Dante (perché? Boh… no, so che sono una persona orribile ma non ho fatto proprio domande!).
I pitbull hanno occhietti molto piccoli e per vedere il riflesso negli occhi del cane avrei dovuto fare un primo piano talmente ravvicinato da non far distinguere più l'animale! Ho deciso quindi di fare un effetto "fumettistico" con delle specie di vignette sparse per l'immagine.

Bozza! Ecco un feroce pitbull in corsa! Ricordo, per tutti gli amanti degli animali, che non ho niente contro questa razza di animali e il peggio male che mi hanno fatto è stato farmi venire l'allergia.

Matite! Ho aggiunto una catena  al collo dell'animale e ne ho definito la possente muscolatura.

Ecco le inchiostrazioni! Ho deciso di utilizzare una tecnica MOLTO grezza e quindi le pennellate sono molto decise. Potete già riconoscere la vignetta in alto a destra (con l'occhio del cane e il ritratto di Emma) e quella in basso a sinistra (con i denti della nostra piccola palla di pelo).

Conclusione? Ho piazzato il colore e qualche retino ma… HO CICCATO IN PIENO! L'illustrazione così come l'avevo presentata non era praticamente visualizzabile nel piccolo spazio che doveva occupare sul sito! Ho dovuto quindi rimestare l'immagine per farla diventare come la vedete ora a lato dell'articolo e questa versione non è mai apparsa da nessuna parte.

Mi sembrava però troppa ciccia sprecata, quindi ne ho fatta una seconda versione dove ho sostituito al ritratto di Emma Dante un occhio spiritatissimo del cane. Mi piace come illustrazione perché è dinamica, grafica ed ha un forte ascendente fumettistico.

Ultimo disegno, ma di certo non per importanza, è quello di un ragazzetto galattico! Già già! Sempre a inizio settimana sono andato a seguire la correzione di un esame. Mentre sentivo gli orali dei miei sfortunati compagni di corso ho iniziato a scarabocchiare questo personaggetto in figura intera cercando di vestirlo nella maniera più fuori di testa possibile. Inoltre, quel giorno, ero particolarmente preso bene con gli irezumi e ho deciso di tatuargliene sulle spalle e sul petto.
Come al solito quando disegno dei personaggi cerco di immaginarmi anche la loro storia. In questo caso ho visualizzato questo ragazzetto al suo primo giorno di lavoro come meccanico per astronavi. è molto talentuoso ed è per questo che il suo capo l'ha scelto… Ma lui è una testa calda e gli piace fare le cose a modo suo. Ad esempio questa potrebbe essere la scena di lui che arriva e tutti i suoi compagni lo guardano storto. Il ragazzo ha infatti tagliato e rimosso la parte superiore della divisa in corrispondenza dei suoi costosi tatuaggi! Certo sarà dura lavorare con uno così in squadra!

Ho scannerizzato le matite e le ho "inchiostrate" al computer. Ecco tutti i contorni definiti.

Lavoro concluso! Ho messo le campiture nere, qualche ombra e lo sfondo l'ho ricavato componendo un immagine cosmica e una rielaborazione di una foto di Giove. Il testo è stato parecchio riassunto per rendere più immediata la lettura. "Pensavate davero che me sarei coperto ri tatuaggi?…"
"N'SE SEMO CAPITI."

E anche il post di oggi volge al termine! Ci becchiamo la settimana prossima con nuovi aggiornamenti. Vi ricordo che mancano praticamente due settimane all'inizio del Corso di Fumetto quindi se siete interessati contattatemi al più presto in modo da iscrivervi o anche solo chiedermi informazioni e chiarimenti!
Rigà! Stateme bbene e buona notte!

Nessun commento:

Posta un commento