lunedì 30 giugno 2014

Weekly Trinquétte Drawing Challenge Tank Girl!

La pagina facebook di Trinquétte Publishing Organizza settimanalmente dei contest di disegno. Viene dato un soggetto da ritrarre e alcune immagini di reference da utilizzare e tutti i disegnatori interessati completano la loro pin-up e la inviano alla mail del contest. Nessun premio, solo la gloria.
Questa settimana il soggetto da rappresentare era Tank Girl e visto la mia passione sfrenata per il personaggio e la mia voglia di mettermi in gioco in un contest internazionale ho deciso di partecipare anche io!
Il mio disegno non è stato ancora pubblicato nell'album del contest e c'è la possibilità che ciò non avvenga… però l'illustrazione non è venuta male e mi fa piacere potervela mostrare!

Reference!
Trinquétte fornisce i reference da cui trarre spunto per le illustrazioni da fare. Di solito sono donnine in posizioni particolarmente sexy e ammiccanti (e nude, tutte nude).
Io sono una persona un po' senza malizia e un po' tonta quindi quando ho pensato di fare un disegno di Tank Girl non ho riflettuto sul fatto che Trinquétte pubblica immagini di pin-up quindi ho scelto una posizione già non eccessivamente porca (vi assicuro che le altre erano MOLTO più porche) e ho visualizzato il mio soggetto più come riproduzione fedele del fumetto originale che non una versione hot! In pratica mi sto scusando che la mia TG non sia proprio una gran porca.
Questa qua sotto è la modella che ho scelto come riferimento, mollemente appoggiata su un divano, rilassata, a suo agio. Visto che lei era a suo agio mentre io no ho deciso di mettergli un costume da bagno color magenta. Avevo paura infatti che si prendesse il raffreddore a stare tutta nuda sul mio blog quindi l'ho coperta.
Comunque se volete l'immagine senza censura ecco il link.

Bozza!
Eccola qua! Ho praticamente ricalcato la modella dalla fotografia per prendere dimestichezza con la posizione.
Ho deciso di fare un vero e proprio lavoro di "ricerca storica". Ho un volume che racchiude i primi quindici episodi di Tank Girl. Un episodio che mi ha divertito particolarmente è quello pubblicato su Deadline 6, dell'aprile del 1989, che trattava di accappatoi divini e ninja crononauti. Ho deciso di rappresentare Tank Girl vestita come in quell'episodio e seduta sulla poltrona di Lucifero - Principe delle tenebre (personaggio che effettivamente si vede solo tra queste pagine). Le bolle che si vedono fluttuare attorno alla poltrona sarebbero i demonietti che Lucifero si porta dietro nell'episodio che sarebbero dovuti svolazzare attorno al soggetto… poi ho cambiato idea. All'inizio al posto del top di accappatoio con cui l'ho vestita volevo citare uno sketch dell'episodio precedente (apparso su Deadline  5) in cui la nostra eroina, rimasta con le zinne al vento, si ritrovava i seni celati da due sorte di post it: su uno è scritto "Adesivo antistupro - Censura" e sull'altro "Ma che cacchio c'hai da guardare viscidone? - Censura". La cosa si è persa.
All'inizio pensavo che i loghi Trinquétte li dovessi applicare io all'immagine e ne ho impostati gli spazi nell'illustrazione.

Matite!
Ok, ora c'è tutto. Il vestito è definitivo. I demonietti non sono svolazzanti bensì disposti proprio come nel fumetto. Ho deciso di giustificare la posizione della mano sinistra di TG facendole bere una tazza di tè (cosa che fa nel fumetto, ovviamente). Volevo avesse un fare beffardo, tipo che ti ha appena legato a una testata nucleare e ti fa "Alla salute bello!".

Inchiostrazioni!
Definiamo e puliamo. Ho provato a imitare al meglio lo stile di Jamie Hewlett mantenendo il mio stile. Teoricamente in questa fase non dovrebbero esserci neri pieni… ma mi sono lasciato prendere la mano!

Neri pieni!
Ecco. Ora ci stanno i neri pieni.

Retini!
Nel fumetto originali ce n'erano parecchi… Perché non aggiungerli?

Tinte Piatte!
Per la mitica TG volevo colori da pugni negli occhi. Verde acqua e fucsia a gogo! La sedia gialla per staccare e i demonietti in tinte di rosso. Credo esista una versione a colori dell'episodio che ho preso come riferimento… ma purtroppo non sono riuscito a rintracciarlo quindi ecco i colori come me li sono immaginati io!



Effetti!
Ecco un po' di tridimensionalità. Ho usato la tecnica che mi ha insegnato Davide Furnò un botto di tempo fa che consiste nel fondere i livelli in maniera creativa per ottenere effetti imprevedibili. Ho deciso di cambiare il colore dei demonietti per farli staccare meglio dallo sfondo.

Sfondo!
Niente di mirabolante. Colore base magenta e sagoma tagliata con l'accetta attorno al soggetto dell'illustrazione. Ho posizionato in trasparenza una rielaborazione puntinata del disegno… non è male, no?

Disegno Concluso!
Ecco tutto assieme! Ho aggiunto un piccolo fumetto (perché sapete… sono più fumettista che illustratore). Come dicevo qualche punto fa mi sono immaginato TG dire qualcosa tipo: "Salute bello!", "Alla tua!". Visto la nazionalità della protagonista ho chiesto al mio mitico amico Luca Baino se sapeva un modo per scrivere questa frase in maniera più australiana possibile, visto il suo recente viaggio nella terra dei canguri. Mi fa che un vero slang diverso da "Cheers" per dire "Salute" in australiano non c'era… ma da quelle parti va un sacco dire "Mate", quindi l'ho aggiunto alla frase.

La pagina di Trinquétte non ha ancora pubblicato quest'immagine e credo proprio non lo farà. Probabilmente la mia Tank Girl era troppo poco pin-up o non andava bene che ci fosse il baloon. Che ci volete fare? Di certo, fin ora, ho visto proprio bei disegni nell'album e la maggior parte sono qualitativamente migliori al mio (non sto affà r'modesto, so' 'ggettivo, è così, mica ce se po' mette lì a ffà quelli che "eh ma qua cià na tetta storta"o "bello ma à pettinatura nnè mica così" o roba der genere… so' bbelli, nc'é niente da fà). Quindi sono triste (ovvio) ma so che è giusto così e questo mi motiva maggiormente a dare di più al prossimo contest.

Ora però è proprio tardino quindi me ne filo a riposare.
Stateme bbene tutti rigà!

Nessun commento:

Posta un commento