martedì 16 giugno 2015

Starman

Domenica ho seguito un workshop davvero interessante organizzato dalla Event Horizon. L'insegnante d'eccezione era Antonio De Luca, un illustratore che stimo moltissimo e di cui apprezzo fortemente l'operato. Ho imparato molte cose riguardo la psicologia cognitiva, il linguaggio del corpo, dei segni e anche alcune tecniche pratiche particolarmente interessanti sull'utilizzo dei colori e sull'illustrazione digitale.
Ieri notte sono riuscito a ritagliarmi tre ore di tempo per disegnare un po' quello che avevo voglia e ho realizzato un astronauta che sta riscuotendo successo sulla mia pagina facebook.

Ecco qui le fasi di lavorazione di questa illustrazione, spero le troviate interessanti!

Bozza!
Il soggetto me lo sono fatto consigliare: un astronauta. Perfetto. Nella prima bozza l'ho immaginato sospeso, fluttuante, tranquillo. L'illustrazione finale è molto più drammatica e concitata ma l'idea iniziale vedeva un cosmonauta rilassato e sognante.


Anatomia!
Se si disegnano esseri umani è giusto segnarsi un minimo di anatomia, anche se questa verrà nascosta sotto una spessa tuta spaziale!


Dettagli!
Ecco la tuta vera e propria. Ho cercato di rappresentarla con meno tratti possibili. Non è pienamente realistica, ho aggiunto parecchi dettagli solo per il piacere di disegnarli.


Matite!
Nelle matite ho deciso di far prendere alla situazione una piega più action. L'astronauta è a testa in giù, dei detriti lo circondano e l'orizzonte terrestre è inclinato. La scena fa intuire che il nostro eroe sia scampato a un bel disastro!


Flat!
Poco da aggiungere. Ho deciso che i colori dell'illustrazione sarebbero stati ben freddi per rappresentare il gelo siderale!


Bozza Ombre!
Ho deciso di sparaflesciare dietro al protagonista una luce bianca ben definita mentre la Terra fornisce una seconda fonte di illuminazione più soffusa (cosa non proprio scientificamente corretta vista l'assenza di atmosfera nello spazio… ma le sfumature sono belle!). Le luci proiettano ombre e dar loro un colore è stato molto utile per la resa finale!


Uhm… Tutto il resto!
Mi sento un po' come nel tutorial "How to draw an owl" ma tutti i passaggi tra l'immagine precedente e questa li ho fatti su un solo livello, quindi nel mostrarvelo devo passare direttamente qua. Ho sfumato tutte le ombre possibili, ho usato pennelli texturizzati e… ho ottenuto questo.



Detriti!
Per migliorare la composizione della scena ho aggiunto dei detriti attorno al nostro astronauta cercando sempre di rendere coerenti luci, ombre e i riflessi sul casco.


Elmetto!
Ho modificato il colore del vetro dell'elmetto per renderlo rosso acceso. Almeno l'attenzione va subito lì!


Effetti!
Ho aggiunto un sacco di effetti (noise, zoom ecc.) ma soprattutto ho sperimentato l'aberrazione cromatica (lo sfasamento rosso e azzurro attorno ai bordi delle cose). Il risultato è talmente figo che mi sarà difficile non utilizzarlo in continuazione!


Spero che questo post vi sia stato utile per capire qualcosa in più sul mio workflow e magari vi faccia piacere di più il mio lavoro! Fatemi sapere e state pronti perché fare questo tipo di illustrazioni inizia a divertirmi davvero molto: ne arriveranno presto di nuove!

Stateme bbene!

Nessun commento:

Posta un commento