domenica 8 novembre 2015

Ragazza da spiaggia

Quello che mi appresto a mostrarvi è un esercizio di anatomia.
La prima tavola anatomica che mi sono messo a studiare in funzione del disegno l'ho presa in mano alle medie. Volevo disegnare i supereroi e li volevo disegnare bene. E come si disegnano bene i supereroi? Con i supermuscoli! Quindi mi sono imparato i nomi e la loro posizione... ma la loro funzione e la giusta proporzione tra di loro mi era totalmente sconosciuta. In pratica disegnavo muscoli avversari contratti all'unisono e possibilmente grossi come cocomeri.
Alla Scuola di Fumetto di Bra ho messo in discussione le mie capacità e mi sono rimesso a studiare le proporzioni. In fatto anatomico mi è servita particolarmente una lezione extra dove in pratica si attaccavano strato per strato i fasci muscolari a uno scheletro.
Da lì ad oggi in pratica ho "vissuto di rendita". Non mi sono fatto nessuna altra domanda e mi sono concentrato sul racconto, il tratto e tanto altro.
Ho iniziato ad avere il primo campanellino d'allarme nel 2013. Sara Pichelli, che se ne stava a fianco a me allo stand ManFont a sketchare le copie di Arcana Mater, usava una costruzione del cranio dei suoi personaggi molto diversa dalla mia. Una costruzione giusta. Ci feci più attenzione in seguito... ma con la scusa che tanto "dovevo disegnare Esso, quindi l'anatomia centra sì e no" non ho approfondito l'argomento.
Al Bra Comics & Games, quest'anno, ho incontrato invece Fabio Ruotolo, un disegnatore che ammiravo da tempo ma con cui non avevo ancora avuto l'occasione di chiacchierare. Facendogli vedere le tavole di Esso 2 mi fece praticamente un solo grande appunto: "Riguardati l'anatomia. Se azzecchi l'anatomia, il resto ti sembrerà una passeggiata.".
Quando a questa Lucca ho sentito di nuovo Sara Pichelli chiacchierare con Simone Di Meo su come fosse NECESSARIO disegnare con dei libri di anatomia davanti ho capito che dovevo rimettermi a pari.
Dopo aver sfogliato sommariamente i libri che mi sono procurato ho deciso di iniziare a mettermi in gioco ed è saltato fuori questo personaggio.

Sono un po' come ogni uomo: le donne mi danno problemi. Ho deciso quindi di provare a disegnare un'anatomia femminile. All'inizio è partito come un semplice esercizio a cui poi ho creato un semplice contesto per dar senso all'illustrazione. Eccone il making of!

Bozza!
Qui ho pensato principalmente allo scheletro. Dopo essermi vagamente deciso su come posizionare la mia signoria ho iniziato ad impostare le ossa principali. Ho infatti grosse difficoltà sul teschio dei miei personaggi (tendo a fare scatole craniche molto molto piccole) e sul bacino femminile (culla della vita e tortura del disegnatore). Qui ci ho fatto attenzione.
Il contorno dove viene rappresentato il personaggio "ricoperto" (quello più chiaro) non appartiene a questa fase di lavorazione ma alla prossima. L'ho reso visibile per non farvi vedere uno sketch di una testa, un torso e un bacino volanti.


Carne!
ODDIO! UNA DONNA NUDA! A parte questo piccolo dettaglio ho ricoperto il personaggio della mia signorina con un po' di muscoli e grasso. Ho provato a non farla eccessivamente "supereroica" come di solito tendo a fare quindi ho provato a non fargli proprio la pancia piatta e i muscoli intercostali. é comunque in una posa molto innaturale e quindi l'ho corretta più in avanti. Il testone è un po' grosso... ma dopo i miei personaggi microcefali farne uno con il capoccione mi sembra un traguardo.

Costume!
Per renderla vagamente più presentabile e non troppo scostumata le ho messo addosso un bikini. Ho cercato di mantenere solo le linee più interessanti per rendere ancora meno stereotipata la sua figura. Certo però che le spalle sono ancora troppo indietro! Questo lo correggo dopo!

Contorni finali!
Piano piano si sta avvicinando a una donna vera: le ho sgonfiato un po' il seno, le ho diminuito l'inclinazione della schiena, le ho lisciato la pancia e rimosso i segni delle costole. Inoltre grazie a un riferimento sono riuscito a metterle in testa una capigliatura decente (che di solito a ste donne faccio sempre pettinature strane perché non ne conosco di normali).

Tinte "piatte"!
Inizio a posizionare i primi mezzitoni per distinguere le forme. Ho inoltre la geniale idea di mettere una donna in costume da bagno in una spiaggia (GENIO!) quindi ho pensato di farle tenere in una mano una maschera da sub.

Mezzitoni!
Ho particolareggiato i mezzitoni dando un po' di volume. Il braccio però non mi convinceva come pozione... quindi ci ho dedicato una fase a parte.

Personaggio completo!
Il braccio è finalmente concluso e tiene tra le dita un più femminile paio di occhialini. Ho inoltre definito la parte addominale... anche un po' troppo!

Sfondo!
Un accenno, solo per dare un'idea. Un mare, due nuvole... e via!

Ultime correzioni!
Grazie alle correzioni di due giudici d'eccezione (mia sorella e la mia ragazza) ho modificato due cose della mia signorina. Ho appiattito un po' l'addome, ho ridotto un po' la gamba sinistra e ammorbidito un po' tutte le forme. Ecco quindi il mio sketch finalmente completo!


Quindi guardando signorine in spiaggia mentre il tempo fuori si fa sempre più freddo vi saluto... caldamente!
Stateme bbene!

Nessun commento:

Posta un commento