martedì 23 febbraio 2016

Telephone Art Challenge!

Un po' di tempo fa ho partecipato a una Telephone Art Challenge, una sorta di disegno corale che riprende le regole del classico gioco del telefono senza fili sostituendo però alle parole le illustrazioni.
Mi ha invitato a prendervi parte la sempre mitica Martina Batelli, collega stimatissima con cui sto anche curando in questi giorni un altro progetto, e insieme ad altri 11 autori abbiamo creato questa galleria di immagini.
Devo dire però che il soggetto mi ha sorpreso moltissimo visto che oltre ad aspettarmi un singolo personaggio pensavo raffigurasse qualche alieno umanoide, un cavaliere fantasy o qualcosa di molto articolato e d'impatto. Il soggetto che invece mi é arrivato dall'artista che mi precedeva nella catena, Beatrice Sbrasi, raffigurava due ragazzetti efebici vestiti da damerini (l'immagine che ho ricevuto è proprio questa),
Con tutta sincerità ho trovato il soggetto particolarmente noioso e ho deciso quindi di aggiungergli "un po' di pepe". I due damerini sono diventati parte di una di quelle bande di teppisti dei college inglesi, quelle accoppiate tipo Oni-Baku che piacciono tanto a me.
Ecco qui quindi il making of di questa illustrazione e la trasformazione di due teneri ragazzi in uomini duri e spietati!

Bozza!
A me le citazioni piace farle in maniera molto precisa. Per questo la posizione dei miei personaggi é praticamente l'esagerazione di quella a me passata da Beatrice. Già qui si vede come ho fatto impugnare alla mano del personaggio sulla sinistra una bella mazza da baseball... ma non di quelle da usare in partita.

Matite!
Mi sono divertito molto in questa fase, i panneggi di Beatrice mi hanno ispirato e spinto a farci più attenzione (pur mantenendoli nel mio stile spezzato e geometrico. Le mani delicatamente appoggiate o rilassate della versione che ho ricevuto sono state sostituite da pugni saldi e posizioni da duri. La benda sull'occhio del personaggio sulla sinistra è stata sostituita da una vera e propria fasciatura. Ragazzi, perché ci sono tutti sti personaggetti negli anime con la benda sull'occhio? Nei miei disegni, di solito, se hai una benda è perché hai fatto a botte!


Chine!
Semplice ripasso delle forme già presenti nelle matite. Probabilmente l'avete già notato nelle fasi precedenti ma in questo disegno sono molto visibili i pixel dell'immagine. Ho infatti provato a usare lo strumento matita di photoshop al posto del pennello. Perché? Ne parliamo nel prossimo punto!

Tinte piatte!
Se siete disegnatori vi sarà capitato di riempire uno spazio con lo strumento secchiello e che vicino alle linee di delimitazione si formasse un margine biancastro. Io non ne so ancora evitare la deformazione senza l'utilizzo dello strumento matita nel tracciare le linee. Se sapete come fare, vi prego, scrivetemelo qua sotto nei commenti al post! Comunque, queste sono le tinte piatte. Ma manca qualcosa... non trovate?

Sfumature e... sangue!
Dov'è il pathos e l'azione senza un ettolitro di sano sangue? Insieme alla versione del disegno completa di ombre e luci vi metto a parte solo le macchie di sangue. Perché? Perché mi piace!!! AAAHAHA!!!


Effetti!
Una manciata di gradienti per amalgamare il tutto.

Sfondo!
Lo sfondo originale vedeva una corona e un alone giallo stagliarsi dietro i personaggi. Come a fare quello con del gusto grafico ho messo ben due corone sketchate sopra le teste dei due personaggi e una croce cattolica tutta spixelata alle loro spalle. Ha un ché di fAnTaGeNiToRi... ma nell'insieme fa figo!

Lavoro concluso!
Eccolo qui la coppia di studenti più spietata d'inghilterra! Stateci alla larga! L'occhio nero del personaggio sulla destra é stato un po' sbiancato: prima avevo reso la sclera rossa proprio come si concerebbe dopo una gran botta... Ma non mi piaceva l'effetto che dava nell'insieme quindi ho deciso di mettere solo un po' di rosso vicino alle palpebre.

Non é stato forse molto educato da parte mia prendere le redini della situazione per renderla molto distante dall'originale... ma questo genere di challenge sono fatte per divertirsi e a me diverte disegnare le mazzate.
Spero che come al solito abbiate trovato interessante questo making of! Stateme bbene!

Nessun commento:

Posta un commento